Home

     

 

Ricostruzione di un bragozzo da 36 piedi veneti, Costruzione 2

 
  torna a news 2012
 
   
  Introduzione
   
  Il Progetto
 
  1° fase di costruzione
> 2° fase di costruzione
3° Ferramenta
4° Alberatura e vele
 
5) Varo
 
Video

 

Decorazioni e varo. Agosto 2017

Siamo arrivati alla decorazione dello scafo. Per ragione di tempo faremo solo gli angeli e poco altro. La completa decorazione tradizionale dello scafo sarà fatta successivamente. Il varo è previsto per il 2 settembre a Casale sul Sile.

 
 
Vai alla pagina decorazione di bragozzi
 
 
 Avanzamento lavori luglio 2017
 
 
 
 
Dettaglio del timone con le ferramente in acciaio inossidabile già montate
 

Lama di rinforzo all'interno della poppa

 

La ribolla o "sgura" lunga 3,6 metri

 

La "cassa da mare" che serve anche da appoggio ai piedi del timoniere, e per salire e scendere dalla stiva.

 

 

Sul boccaporto di prua abbiamo messo invece una scaletta per lo stesso uso

 
Visita di controllo il 30 3 2017 presso i cantiere Fenice per controllare l'avanzamento dei lavori del bragosso.

 
 
 

Abbiamo fatto alcune prove di rotazione e scorrimento per verificare che i movimenti fossero liberi da attriti

 
Sono state fatte anche alcune suddivisioni interne i cosiddetti "parapetti" per creare un minimo di privacy almeno nel gabinetto.

Ma come si vede il comfort è veramente minimo.

 

Il sottoprua

 

L'"appartamento" padronale di poppa

 

La coperta di prua pronta per il ferro

 

La posizione del timoniere necessita di una "balestrella" per appoggiare i piedi e per scendere in stiva metteremo anche una scaletta nel boccaporto centrale.

 

Si finisce sempre in gloria con alcuni bicchieri di prosecco... Da sinistra Carlo Zanetti costruttore, Roberto terzi proprietario di un altro bragosso, Claudio Soffrizzi che farà parte dell'equipaggio, Gilberto Penzo progettista, e Giovanni "Vanni" Vercio armatore assieme al fratello Alessandro.

 

 
Visita di controllo per definire la linea superiore e inferiore della falca e il taglio dei mancoli. Ci sono alcuni particolari da correggere ma nell'insieme Carlo Zanetti e Luca Measso hanno fatto un ottimo lavoro. Un grazie anche a Alessandro Vercio e Giovanni Vercio per aver avuto il coraggio di iniziare un'opera così impegnativa e unica in Italia.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

: penzo.gilberto