Home

     

 

Progettisti e architetti navali

 
Raccolta di informazioni
Fonti dirette:
  Protagonisti
  Costruttori
  >    Progettisti
       Esperti nautici
       Appassionati
     

Manufatti
Immagini fotografiche e cinematografiche
Fonti indirette:
Documenti
Rappresentazioni
Modelli
Studio ed elaborazione
   
   

 
Carlo Sciarrelli nel suo studio di Trieste

Il giorno 23 settembre 2006 è morto un caro amico e uno dei migliori esperti di architettura navale italiana. Ci mancheranno molto la sua cultura trasversale ed eretica e la sua arguzia graffiante.

Fortunatamente rimarranno le sue splendide barche, i ricordi dei suoi estimatori, ed il suo libro “Lo yacht” tuttora continuamente ristampato, grazie al quale possiamo ripercorrere, guidati del suo acume, l’affascinate storia dell’architettura navale da diporto.

Articolo su "La Nuova Venezia" del 26-9-2006

Articolo su 'Yachting quarterly' Omaggio a Sciarrell, di Gilberto Penzo e Giancarlo Toso

 

A Trieste dal 6 ottobre al 2 dicembre 2007, al Civico Museo del Mare, via Campo Marzio 5, si sta tenendo la mostra “Carlo Sciarrelli Architetto del mare” per celebrare la memoria di questo grande progettista e uomo di cultura.

Nella mostra si possono ammirare, attraverso i piani di costruzione e gli splendidi modelli costruiti da Giuliano Borri, le 20 barche che Sciarrelli stesso aveva selezionato come le più rappresentative della sua grande produzione.

Molto interessanti anche i numerosi filmati dai quali il nostro amico ci ammannisce lo Sciarrelli-pensiero, non solo sulle barche, ma anche su musica, arte, cucina, mode culturali, psicologia delle masse e delle elite ecc. ecc. 

Commovente la striscia di carta ingiallita, dove Sciarrelli annotava le barche via via costruite, alcune delle quali contrassegnate, per la loro particolare riuscita, dall’ambito asterisco.

Scorrendo i piani di costruzione ho rivissuto anche la piacevolissima esperienza tattile e visiva provata realizzando molti mezzi-modelli di quegli scafi. Il mezzo modello è infatti ancor’oggi la maniera migliore per apprezzarne il volume puro e l’avviamento delle linee d’acqua senza la distrazione delle sovrastrutture e dell’armo.

 Per maggiori informazioni il sito a cui fare riferimento è http://www.carlosciarrelli.org/

 

Sopra: i semplici strumenti di tracciatura usati da Carlo Sciarrelli per disegnare le sue barche.

Sotto: la sua dimostrazione pratica della tracciatura di una sezione con l'aiuto sì di una semplice sagoma, però della "sua" sagoma, che aveva scelto in mezzo ad altre mille dopo una vita di ricerche e tentativi.

Tra l'altro lui le usava come in tutto il mondo si usano i sesti, cioè semplicemente facendole scorrere e ruotare lungo alcuni binari geometrici.

   
 

email Gilberto Penzo