Home

     

 

Pavia, vogata sul Ticino, 2013

 
Vogata della merla 2013
  Vogata 2014
Vogata 2015
> torna a news 2012
   
   
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 il 26 27 gennaio 2013, abbiamo partecipato come soci Settemari e altre società veneziane, alla vogata del Dì della Merla, organizzata dal Club dei Vogatori Pavesi.
Il gruppo di vogatori nella Piazza di Pavia
 
 
Le condizioni meteo erano caratterizzate da freddo intenso e nebbia fittissima tanto da non vedere le rive del fiume.
 
Subito dopo la partenza, difficile passaggio fra le rovine del vecchio ponte coperto di Pavia. Pur vogando in cavata siamo praticamente fermi.
 
 
 
 
 
Foto Franco Radici
 
Foto Franco Radici
Il sistema di voga "di punta" con i remi ferrati permette di avanzare con un minimo sforzo sul ciglio del fiume dove la corrente si attenua sensibilmente. Foto Franco Radici
 
Foto Franco Radici
 
Foto Franco Radici
 
Foto Franco Radici
 
 
 
 
Un barcè ormeggiato sulla riva del fiume
 
 
 
Equipaggio misto di un barcè a due vogatori, a poppa il famoso vogatore solitario Giorgio Bovina.
 
 
Il percorso fra la sede dei vogatori Pavesi fino alla località Canarazzo e ritorno
La forte corrente e i bassi fondali hanno reso difficoltoso il percorso, superato però agevolmente dall'esperienza dei vogatori locali 
 
Le particolari forcole pavesi
La pala ferrata del remo con il quale si può parare spingendosi sul fondo ghiaioso e vincere la corrente
 
 
La conferenza  verteva sul confronto fra la marineria del Ticino e quella di Venezia. Con la presentazione dell'interessante volume: Pavia e Venezia. Due stili di voga, una sola passione, scritto da Pier Vittorio Chierico e Daria Maggi.  
 
L'elegante sala dei SS Quirico e Giulitta  dove si è svolta la conferenza.
Da sinistra: Sandro Busca, presidente del Club dei Vogatori Pavesi, e i relatori Gilberto Penzo e Pier Vittorio Chierico. In primo piano un modello di Nave pavese.
 
 
 
 
All'arrivo in località Canarazzo, ci siamo potuti riscaldare con lenticchie, cotechino e sanguinaccio, cassöla, risotto, ecc. innaffiati da abbondante vino.
 
 
 
 
 
 
 
Al rientro in sede c'è stato uno scambio di doni fra la Settemari e le altre società e i Vogatori Pavesi
Massimo Rigo presidente dell'Associazione Settemari consegna a Sandro Busca il libro Venezia,i ponti.
 
Prima della conferenza abbiamo potuto visitare la bellissima città di Pavia in particolare le chiese che mostrano negli affreschi la città antica e le sua barche.
Il Ponte coperto sul Ticino
Due delle torri
 
L'affresco di con il ponte, mulini

Dettaglio di un affreesco con mulini, barche da pesca e un barcaro che para.

 

 

Antonio Maggi indica i segni delle alluvioni sulle case vicine alla sede dei vogatori Pavesi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

Un cinegiornale Luce del 1938 dove si possono vedere le antiche navi pavesi


 

 

 

 

: penzo.gilberto