Home

     

 

 Le gondole "da nolo"

 
Torna alla pagina della gondola
   
  > Tariffe
 
   
   
   
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Nuove tariffe gondola 2014, Rates gondola, tarifs gondola, preise gondola tarifas gondola

Venezia accorcia la gita in gondola


Stesso prezzo, 80 euro, ma 30 minuti anziché 40. E' la delibera dell'associazione dei bancali in merito alle prossime tariffe del servizio turistico. "I prezzi erano fermi dal 2006"

Tariffa immutata, durata ridotta. Aumento di esborso nullo, a parità di corse richieste - verosimilmente una - ma aumento di fatto del costo del servizio del 33 per cento. E' questa la deliberazione dei bancali, la rappresentanza sindacale dei gondolieri di Venezia, riguardo al futuro costo del tradizionale servizio di gita turistica della città, vista dai canali. 

In altre parole, restano gli 80 euro, ma la durata del passaggio viene ridotta da 40 a 30 minuti. Come dire, appunto, i turisti spenderanno lo stesso ma vedranno meno, o peggio, con un costo per unità di tempo che sale di un terzo. La deliberazione dei bancali, presa nei giorni scorsi, dovrà ora essere sottoposta al benestare della giunta comunale di Venezia, competente sulla questione. I 'pope' (i gondolieri) spiegano che è dal 2006 che non si mette mano al tariffario del servizi, contro il quale si è spesso levato il grido di protesta dei turisti, soprattutto stranieri, a causa dei prezzi gonfiati artificiosamente. La Repubblica 26 4 2014

 
Tour in gondola più corti ma il prezzo non cambia. I giri turistici scendono da 40 a 30 minuti, ma si continuerà a pagare 80 euro . Un aumento del 25 per cento di giorno, cresce anche il costo delle serenate. Roberta de Rossi, La Nuova Venezia 25 4 2014
 
Tariffa diurna per gondola. Tariffe Rates Preise Tarifas
 

Tariffa notturna per gondola. Tariffe Rates Preise Tarifas

 

Rassegna stampa sull'applicazione delle tariffe

 

Pensiamo di fare cosa gradita riportando le tariffe ufficiali per il classico giro in gondola tratte dal sito dell'Istituzione per la Conservazione della Gondola e la Tutela del Gondoliere

:2 - Stazi e tariffe

SERVIZIO DI "NOLO" e "CORSA" DIURNO
(40 minuti - massimo 6 persone per gondola)
DAYTIME PERSONALISED AND STANDARD TOUR
(40 minutes - maximum 6 people per gondola)
TOURS PERSONNALISÉS OU STANDARD DE JOUR
(40 minutes - maximum 6 personnes par gondola)
RUNDFAHRT NACH SONDERVEREINBARUNG UND VORBESTIMMTE GONDELTOUR, TAGS
(40 Minuten - maximal 6 Personen pro Gondola)
ITINERARIO DIURNO PERSONALIZADO O ESTÁNDAR
(40 minutos - máximo 6 personas por góndola)
€ 80.00
 
per ogni 20 minuti eccedenti - for each additional 20 minutes
par tranche de 20 minutes supplémentaires - je 20 Minuten &ucircber die Zeit
por cada 20 minutos extras
€ 40.00  
 
SERVIZIO DI "NOLO" e "CORSA" NOTTURNO
(dalle ore 19.00 alle ore 8.00 - 40 minuti - massimo 6 persone per gondola)
NIGHT-TIME PERSONALISED AND STANDARD TOUR
(from 19.00 to 8.00, 40 minutes, maximum 6 people per gondola)
TOURS PERSONNALISÉS OU STANDARD DE NUIT
(de 19.00 à 8.00 - 40 minutes - maximum 6 personnes par gondola)
RUNDFAHRT NACH SONDERVEREINBARUNG UND VORBESTIMMTE GONDELTOUR, NACHTS
(von 19.00 Uhr bis 8.00 Uhr - 40 Minuten - maximal 6 Personen pro Gondola)
ITINERARIO NOCTURNO PERSONALIZADO O ESTÁNDAR
(desde las 19.00 hs. hasta las 8.00 hs. - 40 minutos - máximo 6 personas por góndola)
€ 100.00
 
per ogni 20 minuti eccedenti - for each additional 20 minutes
par tranche de 20 minutes supplémentaires - je 20 Minuten &ucircber die Zeit
por cada 20 minutos extras
€ 50,00  
 

 


 

 

Dal primo luglio traghetto in gondola con la tessera Imob

Stangata su i turisti, due euro per attraversare il Canale Per i residenti aumento a 0,70 centesimi da gennaio 2013

 

Servizio “da parada”, si cambia: dal primo luglio si traghetterà in gondola, tessera Imob alla mano. Arrivano, infatti, le tariffe differenziate tra venexian i e foresti: tutti i titolari di tessera Imob continueranno a pagare mezzo euro fino alla fine dell’anno e, con l’arrivo del 2013, 0,70 centesimi, mentre i turisti per attraversare il Canal Grande pagheranno 2 euro, già dal primo luglio.

Il Comune passa, infatti, l’intero servizio in carico ai gondolieri, che non riceveranno più uno degli oltre 600 mila euro di contributo che l’amministrazione versava loro ogni anno - spesso con metà stazi chiusi, causa lavori - e si faranno anche carico della manutenzione di traghetti ed imbarcazioni, ma solo dopo che il Comune avrà speso da qui a dicembre altri 300 mila euro per consegnare alla categoria pontili, remi, gondole in perfetto stato.

«È un cambiamento epocale, con i gondolieri che c’impegnano con una grande assunzione di responsabilità civica nei confronti della città, riconoscendo il traghetto da parada come un servizio pubblico essenziale ed assumendosene in pieno la gestione», commenta l’assessore alla Mobilità, Ugo Bergamo, «in questo modo, dal 2013, il Comune risparmierà i 607 mila euro che erogava ogni anno, oltre alle spese per la manutenzione di stazi e imbarcazioni. Per quest’anno abbiamo stanziato la prima tranche di finanziamento, per 300 mila euro, e altrettanti ne investiremo per completare la manutezione delle strutture, che dobbiamo consegnare in perfetta efficienza alla categoria. Poi tutto sarà preso in carico, oneri compresi, dai gondolieri, che istituiranno una società ad hoc: talvolta questa categoria è nell’occhio del ciclone delle polemiche, ma non posso che ringraziarla di cuore per la responsabilità che si sono assunti, con grande senso civico, nei confronti di Venezia».

«Non è stato un percorso facile da completare per come è composta la nostra categoria», commenta il presidente dei bancali Aldo Reato, «ma i gondolieri s’impegnano sempre, quando si tratta di Venezia, e questi sono fatti concreti, non parole: siamo consapevoli che non sarà facile e confidiamo che l’amministrazione ci resti vicina. Avremo sempre un occhio di riguardo per i residenti, gli anziani per le tariffe».

Costi diversi tra “residenti” e turisti - la differenza la farà, appunto, la tessera Imob - ma comunque inferiori a quelli Actv. L’ultima manovra tariffaria dell’amministrazione comunale, infatti, ha portato a 0,80 centesimi il traghetto in battello per i residenti, eliminando però qualsiasi biglietto scontato da “una fermata” per i visitatori occasionali, che ora potranno traghettare con 2 euro (anche se ben quattro volte di più di quanto pagavano sinora), mentre la tratta a 0,50 centesimi è stata istituita nel 2005.

A scanso di equivoci fiscali in tempi di lotta serrata all’evasione - che negli ultimi anni ha portato anche molti gondolieri a pagare il dovuto all’Agenzia delle Entrate, passata a batter cassa - l’assessore Bergamo ricorda che «i gondolieri non hanno alcun obbligo di rilascio di scontrino, né per i traghetti né per la loro attività quotidiana. Quest’operazione, permetterà di avere un servizio pubblico a costo zero per le casse comunali a partire dal 2013».

 

di Roberta De Rossi, La Nuova Venezia 12 giugno 2012

 

 

 

 

: penzo.gilberto